Percentuali di ricarico: nuova conferma del fatto che da sole non possono legittimare l’accertamento.

Percentuali di ricarico: nuova conferma del fatto che da sole non possono legittimare l’accertamento.

La differenza tra la percentuale di ricarico sul venduto risultante dalle scritture contabili e quella media proposta dai verificatori non basta a far scattare l’accertamento. Lo ribadisce ancora una volta la Corte di Cassazione, Sezione Tributaria, nella ordinanza 21 marzo 2017 n. 7003 (Pres. Virgilio Rel. Greco). Nel caso specifico si trattava di una società […]

Finanziamento con clausola di recesso “ad nutum”: non spetta l’imposta sostitutiva agevolata.

Finanziamento con clausola di recesso “ad nutum”: non spetta l’imposta sostitutiva agevolata.

L’imposta sostitutiva dello 0,25% sul capitale erogato non è applicabile al contratto di mutuo contenente una clausola che consente all’istituto mutuante di recedere unilateralmente e senza preavviso anche prima della scadenza dei 18 mesi. Questo anche nell’ipotesi in cui la clausola di recesso ad nutum a favore della banca sia contenuta in un contratto di conto corrente, aperto […]

Dichiarazioni di terzi nel giudizio tributario e principio del giusto processo.

Dichiarazioni di terzi nel giudizio tributario e principio del giusto processo.

Interessante per alcuni aspetti l’ordinanza n. 6616 del 16 marzo 2018 della sesta sezione della Corte di Cassazione (pres. Cirillo, rel. Napolitano). La questione riguarda una eccezione sollevata nel ricorso per Cassazione dall’Agenzia delle Entrate, concernente il divieto di prova testimoniale ex art. 7 del D.Lgs. 546/92. Un contribuente esercente attività di pompe funebri a […]

IRAP e lavoro autonomo: non rilevano l’entità dei compensi percepiti o il reddito professionale, ma solo la presenza o meno di una autonoma organizzazione.

IRAP e lavoro autonomo: non rilevano l’entità dei compensi percepiti o il reddito professionale, ma solo la presenza o meno di una autonoma organizzazione.

A volte capita di commentare affermazioni che paiono ovvie a chi abbia seguito la vicenda dell’IRAP in capo ai lavoratori autonomi dalla sentenza n. 156 del 2001 della Corte Costituzionale in avanti. Si ricorderà allora che tutta la questione sul tema parte dal passaggio motivazionale (punto 9.2 della sentenza) per cui “.. é evidente che […]

Interposizione fittizia: onere probatorio a carico del fisco.

Interposizione fittizia: onere probatorio a carico del fisco.

Ci eravamo occupati a fine 2017 di alcune pronunce, tutte dello stesso giorno, nelle quali era stato affrontato il tema dell’interposizione fittizia in uno specifico schema negoziale: quello che prevede la donazione di un terreno prima della vendita dello stesso. Infatti l’art. 68, comma 2, del T.U.I.R. stabilisce che, per i terreni acquistati per successione […]

Nuove soglie dei reati tributari: anche le condanne divenute definitive devono essere revocate.

Nuove soglie dei reati tributari: anche le condanne divenute definitive devono essere revocate.

La mutata soglia di punibilità dei reati di omesso versamento di ritenute certificate (art. 10-bis del d.lgs. n. 74 del 2000) e di omesso versamento dell’imposta sul valore aggiunto (art. 10-ter, del d.lgs. n. 74 del 2000), al di sotto della quale operano soltanto a misure sanzionatorie di tipo amministrativo, introdotta dal D.Lgs. 158/2015 rientra […]

Le regole per la notifica tributaria agli eredi del contribuente secondo la Cassazione.

Le regole per la notifica tributaria agli eredi del contribuente secondo la Cassazione.

L’articolo 65 del DPR 600/73 rubricato “Eredi del contribuente” prevede che gli eredi rispondono in solido delle obbligazioni tributarie il cui presupposto si è verificato anteriormente alla morte del dante causa. Il secondo comma poi prescrive che gli eredi debbano comunicare all’ufficio fiscale del domicilio fiscale del dante causa le proprie generalità e il proprio […]

La notifica dell’appello al difensore revocato è nulla e non inesistente. E dunque rinnovabile.

La notifica dell’appello al difensore revocato è nulla e non inesistente. E dunque rinnovabile.

La Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 5133 della VI Sezione, depositata il 5 marzo 2018 (Pres. Schirò Rel. Manzon) decide sul ricorso presentato da una società che aveva avuto conoscenza in ritardo dell’appello dell’Agenzia delle Entrate, in quanto la notifica del gravame dell’Agenzia fiscale era stata eseguita presso il primo difensore, revocato, della società […]

Decadenza dai benefici prima casa: la causa di forza maggiore e la sua (variabile) considerazione.

Decadenza dai benefici prima casa: la causa di forza maggiore e la sua (variabile) considerazione.

Diversamente da quanto successo in occasione di altre pronunce (v. tra le altre Cass. 2616/16) la Corte di Cassazione, Sezione V, nella sentenza 28 febbraio 2018 n. 4591 (Pres. Stalla Rel. Balsamo) fa una considerazione restrittiva della causa di forza maggiore che consentirebbe al contribuente di non perdere i benefici prima casa. Nel caso specifico […]

Le “sfumature” per connotare il rifiuto di esibizione.

Le “sfumature” per connotare il rifiuto di esibizione.

L’Ordinanza 9 febbraio 2018, n. 4001 della sesta sezione (Pres. Iacobelli, Rel. Mocci), accoglie un punto del ricorso dell’Agenzia delle Entrate fondato sul rifiuto di esibizione di documentazione. Con ciò si intende, nel caso specifico, che il questionario, prodotto col gravame e riprodotto nel corpo del ricorso, “mostra come l’Ufficio avesse espressamente richiesto tutta la […]

Operazioni soggettivamente inesistenti: le (diaboliche) prove richieste al cessionario in buona fede.

Operazioni soggettivamente inesistenti: le (diaboliche) prove richieste al cessionario in buona fede.

Non ci convincono del tutto le due ordinanze gemelle (numero 3473 e numero 3474) depositate il 13 febbraio 2018 della Sesta Sezione della Corte di Cassazione (Pres. Cirillo, Rel. Luciotti). E ci paiono non esaustivi alcuni commenti, anche autorevoli, sulla stampa di oggi. La questione è quella nota del recupero iva su operazioni solo soggettivamente […]

Nuovo articolo 20 del DPR 131/86: norma non interpretativa ma innovativa (e dunque non applicabile agli atti anteriori al 1° gennaio 2018).

Nuovo articolo 20 del DPR 131/86: norma non interpretativa ma innovativa (e dunque non applicabile agli atti anteriori al 1° gennaio 2018).

Questione non semplice quella per il momento risolta dalla sentenza della quinta sezione della Corte di Cassazione n. 2007 del 26 gennaio 2018 (Pres. Chindemi, Rel. Zoso). Il problema è quello dell’applicabilità o meno ai rapporti pendenti delle nuove regole sulla riqualificazione degli atti in ambito di imposta di registro, con riferimento quindi alla nuova […]

Un promettente spunto giurisprudenziale in tema di inerenza (e conseguentemente di antieconomicità).

Un promettente spunto giurisprudenziale in tema di inerenza (e conseguentemente di antieconomicità).

Una interessante e per alcuni versi innovativa riflessione risulta quella contenuta nella ordinanza n. 450 del 11 gennaio 2018 della Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Pres. Bielli, Rel. Caiazzo) in tema di inerenza dei costi di impresa, che si pone tra l’altro in espresso contrasto con precedente giurisprudenza della Corte stessa. Aspettiamo ancora qualche […]

Effetti della “Voluntary disclosure” in ambito penale: vanno rigorosamente limitati a quanto normativamente previsto.

Effetti della “Voluntary disclosure” in ambito penale: vanno rigorosamente limitati a quanto normativamente previsto.

La procedura di collaborazione volontaria è il presupposto per la esclusione della punibilità relativamente ad alcuni reati. Tuttavia gli effetti diretti sono limitati dalla legge a quanto specificamente previsto. Il riferimento è quindi circoscritto a quelli tributari disciplinati dal D.Lgs. n. 74/2000, anche qualora si sia in presenza del delitto di riciclaggio, impiego di denaro, […]

Reati tributari: sequestro per equivalente di beni formalmente intestati a terzi solo se viene provata la riferibilità effettiva all’indagato.

Reati tributari: sequestro per equivalente di beni formalmente intestati a terzi solo se viene provata la riferibilità effettiva all’indagato.

La III Sezione penale della Corte di Cassazione nella sentenza n. 167 del 8 gennaio 2018 (Pres. Cavallo, Rel. Mengoni) si occupa di una vicenda nella quale è stato indagato per i reati di cui agli artt. 2 e 5, D.Lgs. 10 marzo 2000, n. 74, relativamente ad una frode carosello il legale rappresentante di […]

Preclusione sul doppio contraddittorio in adesione. Solo se il primo invito a comparire contiene la proposta di adesione con i relativi importi.

Preclusione sul doppio contraddittorio in adesione. Solo se il primo invito a comparire contiene la proposta di adesione con i relativi importi.

L’ Ordinanza 20 dicembre 2017, n. 30577 della quinta sezione della Corte di Cassazione (Pres. Greco  Rel. Locatelli) respingendo un ricorso dell’Agenzia delle Entrate (e un ricorso incidentale del contribuente) si sofferma sugli effetti di un invito al contraddittorio ricevuto dal contribuente medesimo in relazione alla possibilità di presentare, dopo il ricevimento dell’accertamento, una istanza […]

ICI/IMU e immobili di interesse storico-artistico: le agevolazioni valgono anche se il vincolo attiene a una sola porzione dell’immobile.

ICI/IMU e immobili di interesse storico-artistico: le agevolazioni valgono anche se il vincolo attiene a una sola porzione dell’immobile.

La Corte di Cassazione, decidendo su un ricorso del contribuente in materia ICI, accoglie le doglianze di quest’ultimo nella Ordinanza 6 dicembre 2017 n. 29194 della quinta sezione (pres. Di Iasi, rel. De Masi). La questione verteva sulle agevolazioni di cui aveva goduto una società in materia di ICI, sul presupposto che l’immobile fosse da […]

Perdita dei benefici prima casa: si consolida l’orientamento che computa il termine di accertamento non dalla registrazione ma dal mancato realizzo della condizione di accesso.

Perdita dei benefici prima casa: si consolida l’orientamento che computa il termine di accertamento non dalla registrazione ma dal mancato realizzo della condizione di accesso.

Abbiamo già esaminato recentemente la questione con riferimento alla perdita dei benefici in caso di mancato riacquisto di una casa di abitazione, con riferimento all’ordinanza 23 novembre 2017, n. 28006 della sesta sezione (Pres. Iacobellis, Rel. Mocci). La questione si ripropone in relazione all’ordinanza 28860 del 1° dicembre 2017 ancora della sesta sezione (Pres. Iacobellis, […]

Decadenza rilevata d’ufficio dal giudice di appello: sentenza da riformare.

Decadenza rilevata d’ufficio dal giudice di appello: sentenza da riformare.

Il termine di decadenza stabilito, a carico dell’ufficio tributano ed in favore del contribuente, per l’esercizio del potere impositivo, ha natura sostanziale e non appartiene a materia sottratta alla disponibilità delle parti, in quanto tale decadenza non concerne diritti indisponibili dello Stato alla percezione di tributi, ma incide unicamente sul diritto del contribuente a non […]