Conto corrente estero alimentato da proventi in nero e non esposto in RW in presenza di debiti tributari (rateizzati). Si configura il reato di sottrazione fraudolenta al pagamento di imposte.

Conto corrente estero alimentato da proventi in nero e non esposto in RW in presenza di debiti tributari (rateizzati). Si configura il reato di sottrazione fraudolenta al pagamento di imposte.

La Sentenza 26 luglio 2017, n. 37136 della III Sezione Penale della Corte di Cassazione (Pres. Cavallo, Rel Gai) affronta il ricorso di un professionista (avvocato) finalizzato ad ottenere la revoca di un sequestro preventivo. Relativamente al predetto professionista era stata verificata la disponibilità in Albania di un conto corrente sul quale erano affluiti in […]

Notifiche a mezzo PEC nel giudizio tributario: consentite solo dove è operativo il processo tributario telematico.

Notifiche a mezzo PEC nel giudizio tributario: consentite solo dove è operativo il processo tributario telematico.

La sezione filtro della Corte di Cassazione, nella ordinanza n. 18321 del 25 luglio 2017 (pres. Manzon, Rel. Schirò)  prende in esame la questione di una notifica tra le parti avvenuta nel giudizio tributario e ritenuta non valida dal giudice di appello in quando essa avrebbe dovuto perfezionarsi invece a mezzo posta. La questione non […]

Divieto di revisione “in peius” della sentenza di primo grado da parte della CTR se l’appellato non propone appello incidentale.

Divieto di revisione “in peius” della sentenza di primo grado da parte della CTR se l’appellato non propone appello incidentale.

La Corte di Cassazione, Sezione Tributaria, affronta nella sentenza 19 luglio 2017 n. 17778 (Pres. Tirelli, Rel. Pezzullo) il caso di una sentenza di appello in cui la C.T.R., pur in assenza di appello incidentale dell’ufficio finanziario parzialmente soccombente, ha applicato una percentuale di ricarico più alta di quella decisa in primo grado e pari […]

Motivazione della sentenza carente se il riferimento agli atti di causa è troppo generico.

Motivazione della sentenza carente se il riferimento agli atti di causa è troppo generico.

La quinta sezione della Corte di Cassazione torna ad occuparsi della motivazione della sentenza tributaria dopo alcune importanti recenti sentenze (cfr. la 23484 del novembre scorso). E lo fa con l’Ordinanza 17835 del 19 luglio 2017 (Pres. Piccininni Rel. Fuochi Tinarelli), trattando di una motivazione di CTR nella quale si fa un riferimento alle opposte […]

La notifica dell’atto tributario al contribuente deceduto è affetta da nullità assoluta ed insanabile.

La notifica dell’atto tributario al contribuente deceduto è affetta da nullità assoluta ed insanabile.

La sesta sezione della Corte di Cassazione nell’ordinanza n. 17694 del 17 luglio 2017 (Pres. Cirillo, Rel Solaini) si occupa del  caso della notifica di un atto di accertamento e di una successiva cartella di pagamento a una contribuente deceduta anziché agli eredi. La Corte ricorda che l’avviso di accertamento intestato ad un contribuente deceduto, […]

La violazione dell’obbligo di allegazione non è sanata dalla produzione in giudizio dell’atto richiamato.

La violazione dell’obbligo di allegazione non è sanata dalla produzione in giudizio dell’atto richiamato.

Interessante sentenza della Sezione Tributaria la n. 17510 del 14 luglio 2017 (Pres. Di Iasi, Rel. Carbone). La questione è quella dell’obbligo di allegazione di cui all’articolo 7 dello statuto dei diritti del contribuente. Per la Corte, nel caso specifico, l’Agenzia, pur indicando quale unica fonte della rettifica di valore di un immobile la stima […]

Autotutela tributaria: la Corte Costituzionale la ritiene facoltativa.

Autotutela tributaria: la Corte Costituzionale la ritiene facoltativa.

Un percorso asintotico quello che la Corte Costituzionale compie nella parte motiva della Sentenza 181/2017 depositata il 13 luglio scorso, con la quale viene dichiarata la manifesta infondatezza della questione posta in relazione all’articolo 19 del D.Lgs. 546/92 dalla ordinanza del 1° luglio 2016 della Commissione tributaria provinciale di Chieti che aveva ipotizzato la violazione […]

Le attese pronunce della Consulta sul contraddittorio preventivo endoprocedimentale in ambito tributario si risolvono in una bolla di sapone.

Le attese pronunce della Consulta sul contraddittorio preventivo endoprocedimentale in ambito tributario si risolvono in una bolla di sapone.

Arriva l’atteso deposito delle pronunce del 5 luglio scorso sul contraddittorio preventivo. E arrivano tre ordinanze, rispettivamente la n. 187, la n. 188 e la n. 189, tutte di manifesta inammissibilità. Ricordiamo che i tre procedimenti derivano da una ordinanza della CTR Toscana del 18 gennaio 2016 (la prima in ordine cronologico e la più […]

La Corte di Cassazione conferma l’impugnabilità della risposta a interpello.

La Corte di Cassazione conferma l’impugnabilità della risposta a interpello.

La sezione filtro della Corte di Cassazione, con l’Ordinanza 7 luglio 2017, n. 16962 (Pres. Cirillo, Rel. Solaini) conferma che l’elencazione degli atti impugnabili presso gli organi della giurisdizione tributaria ” contenuta nell’art. 19 del d.lgs. 31 dicembre 1992, n. 546 ha natura tassativa, ma non preclude la facoltà di impugnare anche altri atti, ove […]

Penalità contrattuali legittimamente deducibili dal reddito di impresa per competenza, secondo la Cassazione. Anche se non imputate a conto economico.

Penalità contrattuali legittimamente deducibili dal reddito di impresa per competenza, secondo la Cassazione. Anche se non imputate a conto economico.

Nella Ordinanza n. 16561 della Sezione Tributaria, del 5 luglio 2107 (Pres. Piccininni, Rel Iannello) si è deciso un ricorso dell’Agenzia delle Entrate volto a contestare la statuizione della CTR, contenuta nella sentenza di appello, secondo cui l’art. 75, comma 4, t.u.i.r. (vigente ratione temporis) impone di tenere conto, nell’accertamento, della componente negativa di reddito […]

Confermata l’esenzione da IRAP dei compensi percepiti nell’ambito delle funzioni di amministratore, sindaco e revisore.

Confermata l’esenzione da IRAP dei compensi percepiti nell’ambito delle funzioni di amministratore, sindaco e revisore.

La VI Sezione della Corte di Cassazione con l’ordinanza 3 luglio 2017 n. 16372 (Pres. Schirò, Rel. Cirillo) conferma le precedenti pronunce nelle quali non si ravvisava l’elemento dell’autonoma organizzazione nelle attività del commercialista svolte come sindaco, revisore e amministratore di società, configurando le medesime come caratterizzate esclusivamente dall’elemento personale e non dal “quid pluris” […]

La terza sezione penale illustra il ruolo dell’amministratore di fatto. Confermando che questi risponde come autore della violazione in materia di reati tributari.

La terza sezione penale illustra il ruolo dell’amministratore di fatto. Confermando che questi risponde come autore della violazione in materia di reati tributari.

Con sentenza n. 31906, depositata in data 3 luglio 2017, la Corte di Cassazione ha stabilito, conformemente a tutta la più recente giurisprudenza, che un amministratore di fatto risponde del reato di dichiarazione infedele previsto dall’art. 4 del D.Lgs. n. 74/2000, essendo a tal fine equiparato all’amministratore di diritto. In proposito, è stato infatti ripetutamente […]

Rapporti tra giudizio penale e giudizio tributario secondo la Cassazione.

Rapporti tra giudizio penale e giudizio tributario secondo la Cassazione.

Una interessante pronuncia della Sesta Sezione ripercorre i principi alla base della corretta considerazione dei rapporti tra giudizio penale tributario e giudizio tributario. Si tratta dell’ordinanza 28 giugno 2017 n. 16262 (Pres. Schirò Rel. Manzon), la quale fornisce un utile “vademecum” ricordando i principi di diritto a cui far riferimento nel contesto predetto: -che «Nel […]